Commedia dei giovani della Confraternita 20 gennaio 2012 " U chioscu di Turi "

La commedia di Venerdì di giorno  20 gennaio 2012, che i nostri giovani,  insieme a quelli della Confraternita  Maria SS. Annunziata, hanno messo in scena, al Cine Evolution di Leonforte, è stato un successo sia come pubblico ma anche come momento di fraternità, divertimento e unione.

I nostri ragazzi si sono contraddistinti per la loro serietà e per l’impegno e nello stesso tempo si sono divertiti e ci hanno fatto divertire interpretando i vari personaggi e immedesimandosi nella parte, ci hanno mostrato il frutto del loro impegno e manifesteranno la loro gioia nello stare insieme e la voglia di fare qualcosa di utile per chi si trova nel bisogno, e come  al solito hanno dimostrato la loro serietà e il loro entusiasmo impegnandosi nelle prove e nella realizzazione della commedia.

Molte volte negli incontri pretendiamo noi di insegnare qualcosa a loro. Ma è in occasioni come questa  che siamo noi a ricevere degli insegnamenti da loro: ci trasmettono il loro entusiasmo e ci danno lo stimolo per andare avanti. Per questo l'obiettivo delle nostre confraternite è quello di spenderci e di impegnarci affinchè i nostri giovani possano crescere sia dal punto di vista spirituale ma anche da quello umano seguendo dei sani principi e crescendo in un ambiente sano

Mi sento di ringraziarli tutti uno per uno per lo spirito di sacrificio e perché sono una risorsa inesauribile per la nostra confraternita, sempre pronti e sempre disponibili ogni qualvolta sono chiamati a fare qualcosa per noi; ringrazio tutti coloro che hanno assistito alla commedia, il Cine Evolution era stracolmo, erano presenti centinai di persone che hanno sostenuto con il loro calore e il loro affetto i nostri giovani; un grazie a  tutti coloro che si sono adoperati affinché si svolgesse tutto nel migliore dei modi e a chi  ha contribuito alla raccolti fondi per l’Associazione IBISCUS, abbiamo raccolto €. 431,00 che, tutti insieme, consegneremo nelle mani del presidente dell’Associazione;  grazie ai nostri  sacerdoti che ci hanno sostenuto con la loro presenza e con le loro parole di incoraggiamento a continuare nelle nostre iniziative; infine voglio ringraziare, anche, a chi ha preferito non essere presente, perché impegnato in altre faccende o perché non condivide ciò che facciamo in comunione con le altre Confraternite del nostro paese, si sono persi l’occasione di vivere un momento di gioia, di entusiasmo e di vera comunione fraterna. 

 Tanta stima e tanta riconoscenza va al nostro confrate Turi La Delfa per aver curato la regia e l’organizzazione della commedia con impegno e con passione.

 Concludo dicendo che questo deve essere lo spirito di ogni confrate, sia esso dell’Addolorata o dell’Annunziata o del SS. Sacramento, vivere insieme fraternamente e con gioia le occasioni che ci vengono offerti e ci impegniamo a realizzare e avere la consapevolezza che insieme possiamo fare grandi cose.  Per me personalmente, in quanto presidente della Confraternita, è stata una grande soddisfazione e un vero motivo di orgoglio che porterò sempre nel mio cuore e tra i miei ricordi più belli.

 

          Il   Presidente della Confraternita Maria SS. Addolorata

                                                     Filippo    Zarbà