GIORNATA EUCARISTICA PARROCCHIALE DOMENICA 24 FEBBRAIO

CARNEVALE, IL QUARANTORE E IL CULTO DEL SS. SACRAMENTO. 

L’usanza del Quarantore inquadrata nei tre giorni precedenti il mercoledì delle Ceneri aveva una funzione riparatrice nei confronti delle dissolutezze del carnevale e di preparazione al periodo quaresimale che precede il mistero della passione, morte e resurrezione di Cristo.
Certamente a Leonforte, sin dalla sua fondazione, i riti quaresimali e della Settimana Santa hanno assunto una connotazione ben precisa ed unica, il cui filo conduttore sta nella centralità dell’Eucaristia. Ciò grazie all'opera dei frati francescani che sono stati pilastro nella nostra religiosità e delle nostre tradizioni, per merito dei quali la quaresima da noi comincia in anticipo rispetto ai tempi canonici, precisamente tre settimane prima dell’inizio della quaresima vera e propria, cioè con le tre domeniche di carnevale.
Durante queste domeniche vi è l’esposizione del SS. Sacramento per tutto il giorno nelle tre parrocchie storiche, secondo un preciso ordine: la prima domenica, detta settuagesima- settanta giorni prima della Pasqua-, nella chiesa di Maria SS. Annunziata ( U Carrivali da Nunziata ), la seconda domenica, di sessagesima, nella chiesa di Santo Stefano ( U Carrivali da Parrocchia ), la terza domenica di quinquagesima nella chiesa di San Giovanni Battista ( U Carrivali da Matrici ).
La solenne esposizione del Santissimo prosegue poi nelle prime quattro domeniche di quaresima nelle altre chiese di Leonforte, secondo un preciso calendario: la prima domenica nella chiesa di San Giuseppe, la seconda domenica nella chiesa del Collegio di Maria, la terza nella chiesa di Santa Croce, la quarta nella chiesa della Mercede.

( tratto dal libro “ L’Arciconfraternita del SS. Sacramento storia, tradizioni e riti “ del Dr. Paolo Favazza )